Gli Angeli della voce

Gli Angeli della voce

GLI ANGELI DELLA VOCE

Forse solo quando la voce se ne va, e non riusciamo ad emettere suoni, ci rendiamo conto di quanto essa sia preziosa, quanto vada preservata, facendo attenzione a tutto ciò che potrebbe metterla in pericolo. Un abbassamento improvviso è un’esperienza largamente diffusa e può avere cause diverse, tra le quali un uso improprio o troppo intenso della voce, che può portare anche a bruciori in gola, dolori al collo e difficoltà nella deglutizione. Ecco perché la cura e la prevenzione dei suoi disturbi va affidata ad un team di specialisti: il foniatra e il logopedista, che a loro volta collaborano con altri specialisti come l'otorino e il chirurgo maxillo-facciale. "Lavoriamo insieme per risolvere patologie che riguardano la voce e la deglutizione, nel trattamento di molte disfonie sia organiche che funzionali, in associazione o in alternativa al trattamento medico-chirurgico" ci raccontano Paola Malucelli, foniatra, e Monica Guidotti, logopedista, entrambe in forza all'Ospedale Sant'Orsola di Bologna. "Tra i nostri pazienti ci sono i bambini affetti da sindromi inerenti il linguaggio o la deglutizione, e quelli affetta da palatoschisi” affermano le dottoresse, “ma ricorre a noi anche chi usa la voce per professione: attori, cantanti, insegnanti, impiegati ai call-center e manager. Per ottenere migliori prestazioni seguono i nostri consigli sull’impostazione della respirazione toracica-diaframmatica, sulla postura (poiché la voce esce meglio se il mento è abbassato, evitando qualsiasi compressione) sulla coordinazione (con l’educazione all’autoascolto e la gestione del flusso espiratorio durante l'emissione vocale) e con altri esercizi specifici. Ma non solo: assistiamo anche i suonatori di strumenti a fiato, che non usano la voce per suonare, ma hanno comunque bisogno dei nostri consigli sulla gestione della corretta respirazione per l'emissione dell'aria.”

A cura della dott.ssa Mariasandra Aicardi

Giovedì, 23 Giugno, 2016